Passa ai contenuti principali

Read - Together ODYSSEA. Recensione e ultima premiazione.

Buon Lunedì di Pasquetta a tutti! 
Se state leggendo questo post è perchè blogger ha fatto il suo dovere e ha autopubblicato questo articolo.
Siamo arrivati alla fine di questo gruppo di lettura. Grazie, ragazze, per essere state così partecipi ed entusiaste. Sono contenta che vi siate trovate a casa su Inside a Book e, come promesso, ci saranno altre letture di gruppo. Magari non subito, però ho in mente di organizzare qualcosa verso metà aprile. Ho ancora un dannato ultimo esame da dare e quindi non riuscirei a seguirvi come si deve. 
Anche Inside a Book sta soffrendo e non vede l'ora che si dica addio ai libri dell'università: avrete notato le poche recensioni.

Comunque, so che state aspettando i vincitori del quarto contest. I libri in palio erano tanti e l'occasione golosa. E siete state tutte brave ad attendere fino ad oggi.
Quindi ecco la classifica:

PRIMO POSTO
 Amaranth

SECONDO POSTO
Aryanne
(la sua recensione)

 TERZO POSTO
Annie Caffeine
(la sua recensione)

Complimenti! Mandatemi una mail in modo che possa inviarvi i vostri premi! La mia mail è sempre la solita:

insideabook@libero.it

Vi lascio con la recensione di Amaranth (Ho fatto copia incolla dal blog delle belle perchè mi piaceva da matti Fagola in fondo al post e così ero sicura di averla riportata)


Titolo: Odyssea. Oltre il varco incantato
Autore:Amabile Giusti 
Editore: Dalai Editore 
Prima edizione: 22 gennaio 2013 
Pagine:361 
Prezzo: Brossura - € 15,90 
Da tempo stavo meditando di leggere qualcosa di Amabile Giusti; ero rimasta affascinata dalle opinioni delle mie colleghe su Cuore nero, ma è stata l'uscita di Odyssea a farmi decidere. Ho adottato il libro, l'ho messo accanto ai suoi fratellini sul comodino e i giorni sono passati. Non è colpa di nessuno; è così che vanno le cose, ci sono sempre altre letture che vengono prima.
Fortunatamente, però, Rosy di Inside a book ha organizzato un fantastico gruppo di letturae ne ho approfittato: dovendo leggere pochi capitoli a settimana, sapevo che ce l'avrei fatta. C'è di più: è stato bellissimo potersi confrontare con le altre ragazze partecipanti; Rosy è riuscita a creare un virtuale salottino in cui ritrovarsi e abbiamo dato tutte sfogo alle emozioni provate durante la lettura.
L'ultima tappa è stata proprio lunedì e ora posso parlarne proprio con tutti.
Odyssea ha sedici anni e non ha mai messo radici: vive da sola con la madre e non si fermano mai troppo a lungo in una città. Apparentemente non c'è motivo valido; forse è solo l'indole irrequieta della madre.
Da diverse notti Odyssea fa un sogno particolare e inquietante. Nel sogno è una bambina di quattro anni e si trova tra le braccia della madre che corre disperatamente; sta fuggendo da un mostro, un uomo privo di occhi. È proprio Odyssea ad allontanarlo, quando ormai è vicino a prenderle. Un urlo e l'uomo viene sbalzato indietro, ridotto a un masso informe di stracci.
Non c'è tempo per farsi troppe domande: Odyssea e Grace Bennet (la madre) sono di nuovo in partenza. Questa volta, però, c'è qualcosa di strano: invece di imboccare l'autostrada come al solito, la madre svolta in una stradina sterrata, fermandosi sul limitare di un bosco. Da lì le due donne proseguono a piedi, trascinandosi dietro le valigie.
Odyssea non credeva ai suoi occhi.
Oltre il bosco, come un palcoscenico dietro un sipario, c’era una cittadina vera e propria, un villaggio che sembrava uscito da un libro di fiabe.
E non solo: Odyssea ha proprio l'impressione che gli alberi e i fiori si muovano e la osservino.
Sono tante le scoperte che la ragazza fa nel villaggio incantato di Wizzieville: è lì che abitavano, quando era piccola e il padre era ancora in vita. Nella cittadina si trova ancora la nonna Augusta, una donna dall'aspetto fragile, ma agile e tenace.
Odyssea è una strega, così come lo sono la madre e la nonna, ma lei ha dei poteri e anchemolto grandi proprio come il padre, vittima del terribile Squartavene.
Ridotto in catene all'interno dell'Antro dei Raminghi sul Monte Basto, il mostro è riuscito a liberarsi e ora minaccia Wizzieville e soprattutto la piccola Odyssea.
Piccola, già. Perché nonostante l'età, Odyssea è magra e il suo corpo è ancora acerbo. 
Chiunque l’avesse vista avrebbe detto che c’era qualcosa di delicato in lei, qualcosa di impacciato e tenero, ma nemmeno l’occhio più affettuoso avrebbe potuto definirla bella.
Non ha certo l'aspetto di un'eroina, ma non ci vuole molto per affezionarsi a lei, al suo spirito determinato e coraggioso. È stata proprio questa sua caratteristica ad attrarmi nelle prime pagine. Una volta tanto non abbiamo una protagonista che si vede brutta, ma in realtà è uno schianto. Evviva!
In ogni caso Odyssea non è brutta, semplicemente sta ancora crescendo: il suo corpo è un po' sgraziato, forse, ma è una ragazza carina e interessante. Almeno quel tanto che basta per attirare l'attenzione di Jordy, un ragazzo bello e gentile.
Purtroppo (sì, ammetto di aver tifato per Jordy all'inizio), la nostra protagonista è rimasta affascinata dal misterioso e intrigante Jacko, un ragazzo che si occupa delle stalle e dei cavalli della signora Augusta. Quest'ultima l'ha preso in affidamento insieme alla sorella dopo la morte dei loro genitori, ma la povera Breta, soggiogata dal potere di Squartavene, ne è divenuta vittima.
Dal canto suo Jacko, sempre schivo e a tratti scontroso (preparatevi: ci saranno momenti in cui vorrete prenderlo a badilate), non sembra affatto interessato a Odyssea e ha una strana relazione con Lindia. Con i suoi occhi grandi e azzurri, i boccoli biondi e i vestitini da bambolina, Lindia Mou ha all'incirca l'eta di Ody, ma è graziosa e ha una cotta colossaleper… indovinate un po'? Sì, Jacko. E in realtà, fossi stata al posto delle due fanciulle, anch'io ne sarei rimasta invaghita.
In ogni caso Jacko fa proprio poco per incentivarle, anche se con Lindia manterrà volutamente un comportamento ambiguo.
Vi sto raccontando troppo! Perdonatemi, mi sono affezionata davvero più di quanto mi aspettassi a questi ragazzi. Ci sarebbero altri personaggi degni di nota, ma potrei di nuovo lasciarmi trascinare dall'entusiasmo e rivelarvi più di quanto sia realmente necessario. Quindi mi limiterò a presentarvi la piccola Fagola, che ho adorato all'istante. Fagola è una Farfalla delle Pendole; grande come un mignolo, ha ali leggerissime, cangianti e trasparenti. Vive nella pendola della camera di Ody e annuncia le ore, svegliando la ragazza, con la quale conversa in rima.

Ora riposa, col cuore più lieve
posa la testa sul bianco cuscino
l’alba è vicina, la notte assai breve
lascia ch’io dorma ancora un pochino.
Wizzieville è un villaggio davvero incantevole e magico: io ne sono rimasta rapita e mi ci sono immersa con occhi luccicanti di meraviglia.
La scorrevole penna di Amabile Giusti è capace di liberare la fantasia del lettore, tanto che talvolta mi è sembrato di vedere con i miei occhi i ranuncoli che si voltano al passaggio di Ody.
Con sincerità, però, devo ammettere che durante la lettura ho sentito la mancanza di qualcosa, ma non sono riuscita a definirla. Ho avuto l'impressione che se avessi avuto giusto qualche anno in meno ne sarei stata conquistata completamente e questa saga, almeno per quanto riguarda il primo romanzo, sarebbe stata decisamente equiparabile a ciò che Harry Potter ha rappresentato per me. Con questo non voglio togliere nulla al libro, che ho apprezzato moltissimo e consiglio. Se avessi una sorellina dell'età giusta, gliene regalerei una copia proprio per la magia che ho trovato durante la lettura e, anzi, sapete che faccio? Aspetto qualche anno e regalo Odyssea alla mia cuginetta.


Ancora complimenti a tutte e grazie ancora per aver partecipato ed esservi divertite.
Buona Pasquetta!




Commenti

  1. ciao! ero già passata da te, ma ho dovuto cambiare account e quindi ho dovuto cancellare e rifare il blog dall'inizio... spero passerai nuovamente da me =)
    buon inizio settimana :*

    RispondiElimina
  2. Ciao Rosy!
    Un po' sono triste leggendo che questa è l'ultima tappa (ma proprio ultima) della lettura di gruppo.
    Come ti ho già detto è stata una belle esperienza per me, spero di poterla ripetere :)
    E poi ti ringrazio per il premio! E' davvero un onore essere arrivata sul podio :)

    Grazie mille ancora e a presto!

    RispondiElimina
  3. *.* Grazie!!!
    Sono davvero contenta! Vi avevo detto di adorare Fagola; lasciarle un posto speciale era doveroso!!!
    Ci ritroveremo presto: la parte migliore è essere tutte assieme! =)

    RispondiElimina
  4. Ragazze rimandatemi le vostre email così che possa inviarvi i premi!

    RispondiElimina
  5. Grazie mille di cuore Rosy! scusa il ritardo ma ero in Belgio! :)complimenti anche ad amaranth e annie..bellissime le vostre recensioni!! Rosy ti ho mandato la mail!! :) aspetto con trepidazione il prossimo read togheter!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ary! Beata te! Appena posso vado a controllare e ti mando i premi....se vedi che non arrivano mail riscrvimi....è un periodo un pò frenetico...

      Elimina

Posta un commento

Lasciate un segno del vostro passaggio, sarò felice di rispondere ai vostri commenti!

Post popolari in questo blog

Recensione: serie THE DARK ELEMENTS di Jennifer Armentrout

Buon secondo giorno dell'anno.
Oggi voglio parlarvi della nuova serie della Armentrout che è sbarcata in Italia da poco grazie alla Harlequin. The Dark Elements è composta da tre volumi più un prequel. In Italia sono stati pubblicati solo il prequel e il primo volume, per ora, mentre il secondo ho dovuto per forza leggerlo in lingua, perché non potevo proprio aspettare. Il terzo e conclusivo capitolo della trilogia è previsto in madre patria per il 28 luglio 2015, stando a quello che ci dice Goodreads, per cui dobbiamo aspettare per forza.




Titolo:Dolce come il miele Autore: Jennifer Armentrout
Casa editrice: Harlequin Mondadori
Pagine: 114
Prezzo: € 2,49

Trama: Per Jasmine, Dez era stato molto più di una cotta adolescenziale. Per otto anni era stato il suo migliore amico, la persona con cui si confidava, tutto il suo mondo. Le aveva promesso che sarebbero stati insieme per sempre... e poi l'aveva abbandonata senza una parola di spiegazione proprio quando suo padre aveva dato il cons…

L'accademia del bene e del male di Soman Chainani

Buon sabato a tutti!
Ieri sono riuscita a finire di leggere L'accademia del bene e del male che mi è stato inviato dalla CE. Colgo l'occasione per ringraziare lo staff della Mondadori che è sempre molto gentile.
L'accademia del bene e del male è un libro bellissimo, non solo per la storia che racconta ma anche per la sua estetica.



Dentro la foresta primordiale  c'è un'accademia del bene e del male.  Ci sono due castelli, due teste gemelle:  uno benigno e l'altro maligno.  Prova a fuggire: le vie son bloccate.  L'unica uscita è una storia di fate
Titolo: L'accademia del bene e del male
Autore: Soman Chainani
Casa editrice: Mondadori
Pagine: 499
Prezzo: 17,00 €


E MEZZO

Trama: Sophie e Agatha sono da sempre amiche del cuore e non vedono l'ora di scoprire cosa significhi studiare nella leggendaria Accademia del Bene e del Male, dove ragazze e ragazzi normali vengono preparati a diventare gli eroi e i cattivi delle fiabe. Con i suoi eleganti abiti rosa, le scarpette …

3 libri da leggere nel weekend: LE SETTE SORELLE, BENVENUTI IN ACCADEMIA e ORIGIN

Buon lunedì a tutti lettori! Oggi mi sento fresca e riposata.  Il mio weekend è stato fantastico, all'insegna dell'ozio più assoluto, anche se avrei dovuto studiare. Mi sono rilassata sul divano, libro in mano, la D'Urso in sottofondo (ahimè la mamma, purtroppo, è la regina del telecomando).....ah che pace. E il vostro fine settimana come è andato?

Oggi voglio parlarvi di tre libri, quindi tre mini recensioni, che secondo me sono adattissimi per il weekend e per quei giorni in cui proprio dovete staccare la spina e rilassarvi. Per tutti e tre devo ringraziare la CE per avermene inviato una copia omaggio, in particolare Giunti e Mondadori.

Titolo:Le sette sorelle Autore: Lucinda Riley Casa editrice: Giunti Pagine: 576 Prezzo: € 9.90




Trama: Bellissima eppure timida e solitaria, Maia è l’unica delle sue sorelle ad abitare ancora con il padre ad Atlantis, lo splendido castello sul lago di Ginevra. Ma proprio mentre si trova a Londra da un’amica, giunge improvvisa la telefonata del…