Passa ai contenuti principali

Recensione: L'angelo caduto di Susan Ee

Buon pomeriggio a tutti,
lo sfoltimento della mia TBR procede e ieri sera ho terminato L'angelo caduto della Ee. Lasciatemi dire che anche questo libro mi ha deluso un pochino.
Ecco la mia recensione.

Più riguardo a L'angelo caduto

Titolo: L'angelo caduto
Autore: Susan Ee
Casa editrice: Fanucci
Pagine: 320
Prezza: 12,00 €

Trama: Un esercito di angeli sterminatori ha attaccato la Terra: dopo poche settimane la violenza dilaga ovunque, insieme alla paura e alla superstizione. Nella Silicon Valley ostaggio delle gang, la diciassettenne Penryn cerca di sopravvivere e proteggere la sua famiglia, fino a quando gli angeli guerrieri non rapiscono sua sorella minore, la più fragile, la più indifesa. L'unico modo per salvarla è affidarsi a un nemico, un angelo che ha perso le ali in combattimento e ora ha bisogno, come Penryn, di raggiungere la roccaforte delle crudeli creature alate a San Francisco. Nel viaggio che li porterà alla città, Penryn e Raf impareranno a contare solo l'una sull'altro, in un deserto in cui regnano la devastazione e il sospetto e in cui il pericolo è dietro ogni angolo

L'angelo caduto di Susan Ee è un romanzo uscito qualche mese fa, la cui protagonista è stata presentata come la nuova Katniss Everdeen....seriously? Mi ero fatta un'idea diversa di Katniss,...
In un mondo post apocalittico, dove gli angeli non sono per niente le creature serafiche che fin da bimbi impariamo a conoscere, Penryn cerca di mantenere e gestire la sua famiglia composta dalla piccola Paige, sette anni, disabile e dalla madre schizzofrenica e paranoica.
Le città, ormai deserte e distrutte, non offrono alcun rifugio ai pochi umani superstiti, non c'è più corrente elettrica, niente cibo né linee telefoniche, le case abbandonate, gli uffici vuoti.
San Francisco sembra appena uscita da uno di quei film sugli alieni che arrivano sulla terra e distruggono tutto; è questa l'immagine adatta per rappresentarvi gli angeli di Susan Ee: creature spietate, senza cuore che distruggono per il gusto di farlo.
Ecco...quando si parla di angeli, nei libri, mi vengono sempre un po' di brividi: insomma, siamo cresciuti credendo che gli angeli siano creature buone, eteree, messaggeri del Signore...ecco (d'accordo datemi della bigotta) vedere in che modo la figura dell'angelo viene interpretata e adattata nella gran parte dei libri che leggiamo mi sembra un po' fuori luogo, l'immagine che ne da la Ee poi per me è assurda: l'angelo è una figura assetata di potere, abile nei giochi di politica (sì, avete letto bene, politica) che è disposto a tutto pur di raggiungere il suo scopo....uhm...non so....
Tornando alla storia: in uno degli spostamenti per proteggere la sua famiglia Penryn si imbatte in un gruppo di angeli, terrorizzata fa nascondere la madre e la sorella e si acquatta ad osservare la scena. Un angelo dalle ali bianchissime è gravemente ferito, nonostante ciò, riesce a tenere testa agli altri, fin quando non lo atterrano e gli strappano le ali. Nel frattempo uno degli angeli si accorge degli intrusi e nell'allontanarsi rapisce la piccola Paige. Tutto parte da qui: in una lotta contro il tempo Penryn sequestra l'angelo e le sue ali con le quali lo ricatta affinché la aiuti a ritrovare la sorella. Tra Raf e Penryn non è subito amore....anzi gli scontri e le liti tra i due sono numerosi, nonostante ciò riescono a trovare un accordo che li soddisfa entrambi: Penryn ridarà le ali a Raf se Raf la aiuterà a salvare la sorellina.
Partendo dal presupposto che ho apprezzato tantissimo il mondo postapocalittico ideato da Susan Ee, con gli angeli da una parte e gli umani superstiti che cercano di organizzare la resistenza dall'altra, devo ammettere che mi aspettavo qualcosina di più.
Innanzitutto i personaggi: mentre Raf, l'Ira di Dio, rappresenta lo stereotipo del protagonista maschile bello e dannato, con capacità sovrannaturali (ovviamente...è un angelo), la nostra Penryn, viene descritta come una ragazza combattiva, agguerrita, forte, a cui hanno insegnato fin da piccola a difendersi. Peccato che poi si discosti notevolmente dalla descrizione che ne viene data: cede continuamente agli ordini di Raf, si imbarca in situazioni che non è in grado di gestire, più volte afferma che non vorrebbe essere sola. Insomma, mentre il personaggio di Raf resta coerente con il ruolo che ricopre fino alla fine del libro, Penryn è piuttosto contraddittoria.
Ci sono poi tre aspetti  che mi hanno lasciata un po' così:
1) Che fine ha fatto la parte romance che avrebbe reso più interessante la storia?
2) Ma chi diavolo si è occupato della traduzione?
3) L'angioletto sulla foglia nella cover dovrebbe rappresentare Raf?? Ma che...??? E poi è identica alla cover di Schegge di me!
Chiusa la polemica.
Tutto sommato L'angelo caduto, si legge in poco tempo: lo stile dell'autrice è veloce e gli eventi si susseguono rapidamente uno dietro l'altro. La Ee non lascia spazio all'immaginazione: è diretta su tutto, senza fronzoli, tremendamente descrittiva. Come dicevo prima, l'ambientazione è molto ben riuscita. Il lettore è praticamente catapultato in trincea, in un mondo dove la guerra ha distrutto tutto ma ancora non è finita.
Peccato per qualche piccolo difettuccio.
Allora chi di voi ha letto questo libro? Che ne pensate? Solo io sono rimasta un pelo delusa o anche voi? E chi non l'ha letto, pensa di farlo? Sono sempre curiosa di conoscere le vostre opinioni.

Commenti

  1. Vedo che anche tu su diverse cose la pensi come me... Per me questo romanzo è stato una gran delusione, spero proprio non accada lo stesso con il seguito, perché le premesse per piacermi c'erano davvero tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già accidenti! Anche io leggerò il seguito incrociando le dita...ma ormai sono prevenuta.

      Elimina
  2. eppure la trama mi attira tantissimo..non so..non so le recensioni concordano sul flop..:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm...credo che sia un libro che ti piace o non ti piace...io ho letto diverse recensioni positive...prova.

      Elimina
  3. All'inizio questo libro non mi incuriosiva proprio, ma siccome me lo hanno straconsigliato credo che prima o poi lo leggerò.. non mi aspetto niente di eccezionale però :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo a Vale devi provare....io ho letto molte recensioni positive, eppure....

      Elimina
  4. Ciao!
    Ho aperto un blog dove discutere assieme di anime,manga, videogiochi e quant'altro
    Se ti va facci un salto ok?^^ qui --> http://shadeswebspace.blogspot.it/
    Bye :) e perdona lo spam >.<

    RispondiElimina

Posta un commento

Lasciate un segno del vostro passaggio, sarò felice di rispondere ai vostri commenti!

Post popolari in questo blog

L'accademia del bene e del male di Soman Chainani

Buon sabato a tutti!
Ieri sono riuscita a finire di leggere L'accademia del bene e del male che mi è stato inviato dalla CE. Colgo l'occasione per ringraziare lo staff della Mondadori che è sempre molto gentile.
L'accademia del bene e del male è un libro bellissimo, non solo per la storia che racconta ma anche per la sua estetica.



Dentro la foresta primordiale  c'è un'accademia del bene e del male.  Ci sono due castelli, due teste gemelle:  uno benigno e l'altro maligno.  Prova a fuggire: le vie son bloccate.  L'unica uscita è una storia di fate
Titolo: L'accademia del bene e del male
Autore: Soman Chainani
Casa editrice: Mondadori
Pagine: 499
Prezzo: 17,00 €


E MEZZO

Trama: Sophie e Agatha sono da sempre amiche del cuore e non vedono l'ora di scoprire cosa significhi studiare nella leggendaria Accademia del Bene e del Male, dove ragazze e ragazzi normali vengono preparati a diventare gli eroi e i cattivi delle fiabe. Con i suoi eleganti abiti rosa, le scarpette …

Recensione: PERCY JACKSON E GLI DEI DELL'OLIMPO - IL LADRO DI FULMINI di Rick Riordan

Buona domenica lettori,
oggi voglio parlavi del primo volume della saga di Rick Riordan, Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo.
Inizialmente avevo pensato di raggruppare in un unica recensione il parere sui primi due libri, ma credo che Il ladro di fulmini, come libro introduttivo, meriti un post tutto per se.


Titolo:Il ladro di fulmini
Autore: Rick Riordan
Casa editrice: Mondadori
Pagine: 363
Prezzo: € 17,00 (Versione tascabile € 5,00)

Trama: Percy Jackson non sapeva di essere destinato a grandi imprese prima di vedere la professoressa di matematica trasformarsi in una Furia per tentare di ucciderlo. Le creature della mitologia greca e gli dei dell'Olimpo, in realtà, non sono scomparsi ma si sono semplicemente trasferiti a New York, più vivi e litigiosi di prima. Tanto che l'ultimo dei loro bisticci rischia di trascinare il mondo nel caos: qualcuno ha rubato la Folgore di Zeus, e qualcuno dovrà ritrovarla entro dieci giorni. Sarà proprio Percy a dover indagare sull'innocenza …

Recensione: serie THE DARK ELEMENTS di Jennifer Armentrout

Buon secondo giorno dell'anno.
Oggi voglio parlarvi della nuova serie della Armentrout che è sbarcata in Italia da poco grazie alla Harlequin. The Dark Elements è composta da tre volumi più un prequel. In Italia sono stati pubblicati solo il prequel e il primo volume, per ora, mentre il secondo ho dovuto per forza leggerlo in lingua, perché non potevo proprio aspettare. Il terzo e conclusivo capitolo della trilogia è previsto in madre patria per il 28 luglio 2015, stando a quello che ci dice Goodreads, per cui dobbiamo aspettare per forza.




Titolo:Dolce come il miele Autore: Jennifer Armentrout
Casa editrice: Harlequin Mondadori
Pagine: 114
Prezzo: € 2,49

Trama: Per Jasmine, Dez era stato molto più di una cotta adolescenziale. Per otto anni era stato il suo migliore amico, la persona con cui si confidava, tutto il suo mondo. Le aveva promesso che sarebbero stati insieme per sempre... e poi l'aveva abbandonata senza una parola di spiegazione proprio quando suo padre aveva dato il cons…