martedì 7 ottobre 2014

Recensione: BLACK ICE di Becca Fitzpatrick

Buon pomeriggio lettori,
oggi è proprio una giornata cupa e grigia, umida, uggiosa e piovosa. Una giornata da stare a letto con il tè e un buon libro.
Mi piacciono queste giornate, il primo freddo, la sciarpina intorno al collo...non so, sono strana? Io adoro l'autunno. Peccato che mentre voi leggete questo post io sarò in ufficio. Ho dovuto programmarlo per forza perché ci tenevo a pubblicarlo oggi.

Con questo post voglio parlarvi di un libro che mi è piaciuto davvero tanto. Sto parlando di Black Ice di Becca Fitzpatrick.
Ho avuto la possibilità, grazie a Lucia di Piemme, di poterlo leggere in anteprima e visto che proprio da oggi potrete trovarlo in tutte le librerie ho pensato che sarebbe stato carino parlarvene.

Più riguardo a Black Ice

Titolo: Black Ice
Autore: Becca Fitzpatrick
Casa editrice: Piemme
Pagine: 360
Prezzo: € 16,90

Trama: Britt si è preparata per più di un anno a un trekking sul Teton Range. Quello a cui non era preparata, però, è scoprire che Calvin, il suo ex ragazzo e unico grande amore, si unirà a lei. Prima che Britt abbia tempo di esplorare i propri sentimenti, si scatena una terribile tormenta che la obbliga a rifugiarsi in una baita sperduta. Peccato che gli occupanti, entrambi giovani e molto affascinanti, siano anche due fuggitivi decisi a prenderla in ostaggio. Britt sa che la conoscenza dei sentieri e l'attrezzatura da trekking che ha con sé rappresentano la sua assicurazione sulla vita, e che deve solo resistere abbastanza a lungo perché Calvin la raggiunga, eppure... In una disperata corsa contro il tempo e il freddo, Britt scoprirà che sotto la neve si nascondono moltissimi segreti e che forse il suo rapitore, la cui gentilezza è decisamente seducente, non è quello che sembra.


INCIPIT: Il pickup arrugginito si fermò sferragliando e Lauren Huntsman sbatté la testa contro il finestrino, svegliandosi di soprassalto. Strizzò gli occhi più volte, intontita. Aveva la mente disseminata di ricordi frammentari, cocci sparsi che, se solo fosse riuscita a rimettere insieme, avrebbero formato qualcosa di intero, una finestra sulla prima parte della serata. Al momento, invece, quella finestra giaceva in frantumi nel suo cranio pulsante. Ricordava la cacofonia della musica country, le risate sguaiate e i risultati dell'NBA sullo schermo del televisore montato alla parete. Illuminazione fioca. Scaffali con decine di bottiglie dai riflessi verdi, ambrati, neri. 
Neri.
 
RECENSIONE 
Per me la Fitzpatrick è un salto ad occhi chiusi. Io non ho letto la serie Hush, hush....l'ho divorata e quindi non avevo alcun dubbio su questo libro, non avevo nessuna paura di restare delusa, nessuna aspettativa troppo alta. E tutto questo sebbene abbia letto una recensione decisamente negativa.
Inutile dire che Black Ice è volato via nell'arco di un giorno, anzi meglio dire di una notte.
La storia è avvincente e assurda, anzi, forse nemmeno così assurda. Due adolescenti si perdono in montagna colte da una bufera di neve e trovano riparo in una baita, già occupata da due ragazzi. Sì qui il buon senso direbbe: fuga a gambe levate. Ma insomma, siamo realisti: nevica che Dio la manda, fa freddo, le fanciulle si sono perse e dentro c'è la speranza di un fuoco acceso, doccia  calda e cibo. L'avrei fatto anche io: sarei entrata (a prescindere dal fatto che io in montagna non ci sarei proprio andata).
Ma.....sarebbe stato meglio scegliere la prima opzione, la fuga.
Non voglio raccontarvi troppo della trama, ci sono già le quarte di copertina per questo, piuttosto preferirei soffermarmi sul fatto che questo libro è stato.......wow!
Al di la del fatto che la Fitzpatrick scrive benissimo: è brava a coinvolgere il lettore, è dannatamente brava a tenerti sulle spine ed è diabolica nel crerare eventi e situazioni che ti lasciano a bocca aperta e che ti fanno proprio dire: "Cavolo! Non me l'aspettavo". 
E poi i suoi personaggi sono perfetti: Britt è pazzesca con il suo sangue freddo e la capacità di cavarsi d'impiccio anche in situazioni estreme. Ma allo stesso tempo è fragile, come solo una diciassettenne con il cuore spezzato può esserlo. Per non parlare di Cal...no non posso proprio parlarvi di lui... dovrete leggervelo. Cal va vissuto attraverso le parole dell'autrice. E infine Mason. Il bellissimo, tenebroso, oscuro, ambiguo, "non so quello che voglio Mason".
Un mix di personaggi molto diversi tra di loro, con situazioni e storie che si incrociano a creare una storia che tiene con il fiato sospeso. A ciascun personaggio corrisponde un tema specifico: Britt è la voglia di farcela, Cal è la famiglia, Mason è la vendetta.
Generalmente io e il thriller non andiamo molto d'accordo: l'ansia la fa da padrona. Ma Black Ice non è proprio un thriller e non è proprio un romance, è un New adult (odio le etichette) che sta nel mezzo, racchiudendo elementi di un genere ed elementi di un altro, il tutto raccontato in maniera molto soft.
Infine va dato atto a questo libro di saper trasportare con estrema precisione nei luoghi in cui si svolgono gli eventi. Non parlo solo dell'ambientazione, ma anche delle sensazioni che le descrizioni trasmettono. Per fare un esempio: credo di aver avuto i piedi e le mani congelate per tutta la durata della lettura.
In conclusione, mi sa, che questo libro o lo odi o lo ami...io l'ho amato alla follia, senza mezzi termini.

Che ve ne pare? 
Lo prenderete? 
Lo avete già preso? 
Avete letto la serie Hush, Hush?

Rosy

10 commenti:

  1. Mi fa piacere che ti sia piaciuto, io non sono proprio riuscita a mandarlo giù! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto la tua recensione...ma avendo già letto Hush Hush ero sicura che non sarei rimasta delusa.

      Elimina
  2. Ah! Lo sto leggendo adesso, anch'io sarei entrata. Ma penso che non sarei andata in montagna :P piuttosto avrei seguito le amiche alle Hawaii :P

    RispondiElimina
  3. Io lo sto leggendo, ancora 100 pagine e l'ho finito *^* sono sicura che mi sorprenderà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di sapere cosa ne pensi!

      Elimina
  4. Risposte
    1. Ahahahaha anche io ero in quella fase mentre aspettavo la mia copia!

      Elimina
  5. Come sono curiosa di leggere questo libro!!!!! Non so se riuscirò ad aspettare un po' e mantenere i miei propositi sugli acquisti o dovrò comprarlo subito...

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio, sarò felice di rispondere ai vostri commenti!